Buona sera! oggi è Domenica 24 Gennaio 2021 ore 23 : 1 - Visite 821034 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00037»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: GIAMPIERO CARA
TITOLO: COME DIVENTARE BELLI DENTRO, CON IL POTERE DELLA VOSTRA MENTE
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Belli... da dentro
( di Giampiero Cara)
Si dice spesso che la bellezza nasce da dentro. In effetti, la nuova filosofia dell’Era dell’Acquario propone il superamento della divisione tra aspetto
interiore ed esteriore, affermando che il secondo è naturale conseguenza del primo. Pertanto, chi vuol curare il proprio aspetto deve curare innanzitutto
la mente, perché il corpo è lo specchio dei nostri pensieri.
Ecco allora una serie di esercizi di meditazione e di visualizzazione consigliati da esponenti di rilievo della nuova spiritualità e del nuovo benessere
psicofisico, affinché possiate costruirvi un vero e proprio “trattamento di bellezza” da applicare alla mente, invece che al corpo. I suoi risultati, però,
si manifesteranno nell’aspetto fisico, perché, come sostiene la rebirther americana Sondra Ray, attraverso il corpo noi “indossiamo i nostri pensieri”.
Scegliamo i più belli, allora!
LE NOVE FASI DEL TRATTAMENTO
1) Sia che vogliate eseguire il “trattamento” completo, sia che preferiate dedicarvi soltanto a qualche esercizio per volta, è opportuno cominciare con
una semplice meditazione per raggiungere un profondo rilassamento che rende la mente più ricettiva alle tecniche successive. Si tratta della “visualizzazione
della fiamma”, suggerita dall’insegnante inglese di meditazione John Pepper, autore del libro “L’arte di diventar belli”.
E’ molto semplice e permette di focalizzare l’attenzione sul “centro di luce” che è dentro ognuno di noi, dal quale parte ogni reale cambiamento, anche
esteriore. Sedetevi su un tappeto a gambe incrociate, con la schiena dritta, e chiudete gli occhi. Respirando profondamente e regolarmente, visualizzate
una fiammella verticale, simile a quella di una candela, che arde al centro del vostro petto, in corrispondenza del cuore. Concentrate l’attenzione su
questa fiammella, rimanete ad osservare la sua luce tremolante per una ventina di minuti, senza lasciarvi distrarre dal turbine di pensieri che, nel silenzio,
cominceranno ad affollare la vostra mente. Lasciateli passare, senza respingerli né trattenerli, fino a che non proverete un profondo senso di quiete.
Se volete approfondire ulteriormente il vostro rilassamento, potete aiutarvi con un conteggio alla rovescia: contate lentamente e silenziosamente da 100
a 1, concentrando la mente soltanto sul conteggio, oltre che sull’osservazione della fiamma. Al termine di questo esercizio, la vostra mente sarà un terreno
fertile, ben dissodato e privo di “erbacce”, pronto a ricevere i prossimi “semi”.
2) Il primo seme è il “Rito per amare il proprio corpo” proposto da Shakti Gawain in “Vivere nella luce”. Si tratta di un esercizio fondamentale, perché
consente di imparare ad apprezzare la bellezza presente nel vostro corpo e in voi stesse in questo momento. All’inizio, forse, potrà sembrarvi difficile,
ma quanto più sarete disposti a farlo tanto più facile diventerà, e vedrete che, a lungo andare, il vostro corpo reagirà al vostro apprezzamento diventando
sempre più bello.
Mettetevi di fronte ad uno specchio, possibilmente senza vestiti addosso, e inviate pensieri positivi ad ogni parte del vostro corpo. Anche se non lo amate
o non lo apprezzate del tutto, cercate comunque un aspetto bello in ogni parte di voi. Per esempio, potete dire alla vostra immagine riflessa “Hai dei
capelli bellissimi, forti e lucenti”, oppure “Hai delle belle mani, eleganti e affusolate”, e così via (se avete bisogno di ulteriori ispirazioni, potete
consultare il libro “Ama il tuo corpo” di Louise L. Hay). Cercate di comprendere, con amore, che, anche se finora non ve ne siete resi conto, il vostro
corpo, per assumere il suo attuale aspetto, non ha fatto altro che materializzare i vostri pensieri su voi stessi e sulla vita. Ringraziatelo quindi per
avervi ubbidito finora, e vedrete che ubbidirà anche ai vostri nuovi pensieri di bellezza.
Per potenziarne gli effetti, ripetete questo esercizio una o due volte al giorno per almeno una settimana. In seguito, potrete farlo ogni volta che ne sentirete
l’esigenza.
3) Avendo imparato ad apprezzare il vostro corpo così com’è ora, ed essendovi resi conto che esso non ha fatto altro che eseguire le vostre direttive inconsce,
è arrivato il momento di comunicargli consapevolmente come volete davvero che sia. Comodamente seduti o sdraiati, respirate profondamente rilassando il
corpo. Ad ogni espirazione lasciate andare ciò che non volete (tensione, frustrazione o stanchezza), mentre ad ogni inspirazione immettete tutto ciò che
desiderate (rilassamento, forza, serenità, gioia, prosperità, ecc.).
Quindi, visualizzate il vostro corpo come se si trovasse davanti a voi e fosse esattamente come volete che sia. Osservatelo il più possibile nei dettagli,
bello, forte e pieno di energia. Notatene la bellezza e gustatevi il piacere di avere esattamente l’aspetto che desiderate. Così, sostiene Shakti Gawain,
“potete provare che cosa significa avere un corpo che sostiene il vostro spirito. Esso dice ‘fai questo’ e il vostro corpo, nella sua perfezione, riflette
la vostra saggezza interiore. Siete bellezza, forza ed energia”.
Dopo aver imparato a visualizzare con precisione l’immagine del vostro corpo come volete che sia, richiamatela spesso alla mente in qualsiasi momento della
giornata, magari chiudendo gli occhi per qualche secondo.
4) Secondo Julia Hastings, insegnante inglese di visualizzazione creativa e autrice del libro “La dieta dei tuoi sogni”, il passo successivo di questo “trattamento
mentale” di bellezza consiste nel “recitare la parte”, ossia nel comportarsi come se si fosse già belli e in forma. Come cammina una persona che possiede
un fisico attraente? Come si veste e come si comporta con gli altri? Se il vostro corpo fosse come lo volete, probabilmente vi sentireste più rilassate
e avreste più fiducia in voi stesse. Allora, dopo aver visualizzato il vostro corpo ideale, iniziate subito, dapprincipio nella tranquillità della stanza
che avete scelto per gli esercizi (magari davanti allo specchio), a comportarvi come se già foste così. A poco a poco, questa sorta di “autoipnosi” contribuirà
a convincervi di esserlo anche a livello subcosciente, perché, come hanno dimostrato innumerevoli esperimenti con l’ipnosi, il potere delle convinzioni
subconscie può trasformare in realtà le nostre immagini mentali, se crediamo davvero in esse.
5) Sempre con la visualizzazione, è possibile anche intensificare gli effetti dei normali trattamenti di bellezza. Per esempio, quando vi passate sul corpo
o sul viso un olio o una crema, massaggiatevi con amore e con attenzione, affermando che la vostra pelle sta diventando sempre più bella e più morbida
e visualizzatela così, rosea e delicata come quella di un bambino.
6) A quest’idea si ricollega l’”esercizio per cancellare le rughe” messo a punto, ancora una volta, da Julia Hastings. Decidete quali sono le rughe sul
vostro volto che vi infastidiscono di più, chiudete gli occhi e immaginate di cancellarle. Come? La Hastings consiglia di visualizzare una vostra fotografia
su cui sono state disegnate delle rughe con una matita. Quindi, prendete una gomma e, con l’immaginazione, cancellatele dal vostro viso, fino a lasciarlo
“pulito”, e infine ammiratene la freschezza.
7) Per rendere ancor più fresca e più bella la propria pelle, gli “esperti di bellezza” della New Age consigliano di “respirare il rosa”, un colore ritenuto
carico di vibrazioni particolarmente benefiche a tale scopo. Nel suo libro “Terapia dei colori”, il sensitivo americano Ted Andrews consiglia di eseguire
l’esercizio seduti a gambe incrociate, con la spina dorsale il più possibile eretta. Quindi, appoggiate la punta della lingua contro il palato, proprio
nel punto di intersezione con gli incisivi superiori, e inspirate lentamente attraverso le narici, contando fino a sei. Trattenete il respiro contando
piano fino a dodici, poi espirate lentamente dalla bocca contando fino a sei. Ripetendo questo ritmo di respirazione per cinque minuti, percepite con l’occhio
della mente che l’aria che entra dentro di voi è di colore rosa, e ogni volta che l’inspirate va a tonificare ed a vivificare la vostra pelle, rendendola
sempre più bella e luminosa.
8) Ecco ora una tecnica di visualizzazione ideale per far recuperare, nello spirito e nel corpo, la sensazione di freschezza della giovinezza a chi pensa
che la bellezza sfiorisca rapidamente col passare degli anni. “Perché se la vita migliora devono aumentare le rughe?” si chiede Julia Hastings. “Ogni giorno
diventiamo più saggi, più gentili e più comprensivi. Ogni giorno porta con sé nuove possibilità. Eppure, se ancora non sappiamo come invertire il processo
di invecchiamento, attraverso la visualizzazione possiamo apparire ogni giorno più giovani, anziché più vecchi”.
Ecco come fare: se non vi sentite più giovanissimi, pensate di essere un fiore nel pieno della fioritura, che è molto più bello di un più giovane, e pur
delizioso, bocciolo. Scegliete il fiore che vi piace di più e, seduti o sdraiati in stato di profondo rilassamento, visualizzatelo il più chiaramente possibile.
Per esempio, se scegliete una rosa, ammiratene la bellezza e il colore e inebriatevi del suo profumo. Può essere una rosa selvatica o coltivata, trovarsi
in un bel giardino o in un vaso all’interno di una stanza, scegliete voi.
Immaginate poi che, intorno alla rosa, ci siano altre persone che la guardano con grande ammirazione. Identificatevi con il fiore che avete scelto e assaporate
il gusto di sentirvi ammirati dagli altri. Alla fine, prima di uscire dalla visualizzazione, affermate: “Lo splendore del fiore della giovinezza è sempre
con me. IL mio aspetto è sempre fresco e attraente”.
9) Siamo giunti alla fine del nostro particolare “trattamento di bellezza”. Come vi sentite? Vi sembra che pensare di ottenere o di mantenere la bellezza
attraverso dei semplici esercizi mentali sia un po’ come “chiedere la luna?” In questo caso, Julia Hastings consiglia un esercizio studiato appositamente
per rafforzare la vostra fiducia in voi stesse e nella vostra capacità di ottenere ciò che desiderate. Sempre in stato di rilassamento, chiudete gli occhi
e visualizzate una luna piena al centro del cielo, con un sorriso dipinto sulla sua superficie. La luna si avvicina e cade tra le vostre braccia, inondando
di luce il vostro corpo. Provate la felicità di sapere che avete chiesto la luna e l’avete ottenuta. Affermate: “Mi concedo il permesso di ottenere l’impossibile”
e “Niente è troppo bello per essere vero”. Quindi, prima di uscire dalla visualizzazione, immaginate di avere una borsa o un portafogli e di metterci dentro
una piccola luna che vi porti fortuna, aiutandovi a realizzare i vostri desideri.
PENSIERI PERICOLOSI (PER LA BELLEZZA)
Uno dei pensieri più dannosi per la bellezza del nostro corpo è quello di sfiducia nei suoi confronti. Come osserva giustamente la guida New Age americana
Shakti Gawain nel suo libro “Vivere nella luce”, “il problema è che ci hanno insegnato a diffidare del corpo e a considerarlo qualcosa da controllare.
Alcune religioni predicano persino che lo spirito è buono e il corpo è uno strumento del diavolo, debole e peccaminoso”. Perciò non ci fidiamo del nostro
corpo e gli diciamo sempre quello che deve fare, senza tener conto delle sue reali necessità. Decidiamo, in base ai condizionamenti ricevuti fin dall’infanzia,
che una giornata fatta di otto ore di lavoro, tre pasti, sei o sette ore di sonno, tre di televisione e forse una di ginnastica dura e ripetitiva sia un
modo di vivere “ragionevole” e pretendiamo che il nostro corpo vi si adegui senza protestare. E magari ce la prendiamo pure con lui se si ammala o se appare
“brutto”!
In realtà, il modo migliore per essere belli fisicamente consiste nel fidarsi di sé, seguendo il flusso naturale della propria energia. “Abbandonate la
lotta e arrendetevi alle necessità del vostro corpo”, consiglia la Gawain. “Il vostro intuito vi dirà cosa mangiare. Potrebbe ordinarvi di fare molta ginnastica,
oppure di rallentare i vostri ritmi e di riposare. Potrebbe dirvi di rimanere a letto tutto il giorno, oppure di alzarvi presto. Non ci sono regole fisse.
Il vostro corpo sa perfettamente cosa è bene per lui”.
Dopotutto, non è proprio l’intelligenza del nostro corpo a mantenerci in vita svolgendo automaticamente, e nel migliore dei modi, funzioni essenziali come
la respirazione, il battito cardiaco o la circolazione sanguigna? E allora, perché non fidarsi di questa intelligenza anche per tutto il resto? Temiamo
forse che rimarremmo a letto tutto il giorno a mangiare cioccolatini, inflaccidendoci e ingrassando a dismisura? Probabilmente sì. Ma si tratta di una
paura che nasce da condizionamenti imposti dall’esterno.
Per superarla, Shakti Gawain consiglia di abbandonarsi per qualche giorno, o persino per qualche settimana, alla propria golosità o alla propria pigrizia.
“Se sarete pazienti con il vostro corpo”, assicura l’autrice americana, “esso ritroverà il suo equilibrio naturale. Non appena il corpo imparerà che può
mangiare ciò che vuole, quando vuole, si rilasserà e inizierà a desiderare il cibo giusto [.] Abbiate fiducia in voi stessi. Il vostro corpo inizierà ad
apparire proprio come il vostro spirito: vivo e più energico, bellissimo e giovane”.


PER SAPERNE DI PIU’ SULL’ARGOMENTO
“Corpo senza età, mente senza tempo” di Deepak Chopra, Sperling & Kupfer, £ 28.500
“Il potere della visualizzazione creativa” di Shakti Gawain, Gruppo Futura, £ 23.000
“Vivere nella luce” di Shakti Gawain e Laurel King, Armenia, £ 25.000.
“La dieta dei tuoi sogni” di Julia Hastings, Armenia, £ 29.500 (libro + audiocassetta)
“Ama il tuo corpo” di Louise L. Hay, Armenia, £ 29.000 (libro + audiocassetta)
“L’arte di diventare belli” di John Pepper, Amrita, £
“Terapia dei colori” di Ted Andrews, Armenia, £ 25.000

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore