Buona sera! oggi è Domenica 29 Marzo 2020 ore 22 : 36 - Visite 668551 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00319»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: SIMONA COLELLA
TITOLO: COME IN ALTO, COSI' IN BASSO: IL CORPO SPECCHIO DELL'UNIVERSO
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Come in alto, così in basso. Il corpo specchio dell'Universo

(di Simona Colella)

La realtà universale è composta da due aspetti, fisico e metafisico. Ogni
creatura vivente, a partire dall'uomo, è la manifestazione fisica degli
archetipi, ossia dei codici di comprensione della realtà metafisica. Esiste
una architettura sacra che si esprime attraverso ogni forma e quindi si
esprime anche nel corpo umano. L'essere umano ricapitola in sé tutta la
creazione, che parla attraverso ciascun organo.

Come gli antichi ben sapevano e hanno tramandato attraverso i libri sacri e
come la nuova scienza sta ora scoprendo, non esiste possibilità alcuna di
separazione nell'universo. Visibile e invisibile, spirito e materia, finito
e infinito sono irrimediabilmente collegati e uno è lo specchio dell'altro.

Tornando al concetto di architettura sacra, la comprensione del significato
ontologico di ogni parte del corpo umano, della sua funzione divina, aiuta a
comprendere nel profondo la malattia e fornisce una visione completa della
sofferenza. In altre parole, conoscere e riconoscere la finalità con la
quale ogni parte fisica dell'uomo è stata "costruita", rispetto al percorso
di crescita e di evoluzione, offre uno spunto ineguagliabile sulla via della
guarigione.

Questo è quello che io definisco "simbologia del corpo" e che rappresenta
nel mio percorso personale e come terapeuta, uno strumento fondamentale di
comprensione e sostegno. La simbologia del corpo non è da confondere con la
psicosomatica, in quanto non analizza tanto le emozioni che vengono
veicolate dagli organi e da tutte le parti del corpo, quanto ci indica come
sta procedendo il nostro percorso di crescita e di "divinizzazione"
attraverso ciò che viene riflesso dal corpo stesso.

La vita umana è il viaggio di ritorno dell'uomo, nella sua forma più bassa,
all'uomo nella forma più alta, quella appunto che riflette il divino,
"conosci te stesso e conoscerai l'Universo e gli Dei". Per far comprendere a
un bambino piccolo un concetto difficile, vengono utilizzate immagini
semplici che fanno parte del suo quotidiano in modo che, attraverso il
riconoscimento di tali immagini, lo raggiunga anche il significato interno,
più profondo. Allo stesso modo attraverso il funzionamento di un organo o di
una parte del corpo, imparando il linguaggio che esso parla, è possibile
arrivare al significato interno e profondo della vita.

Questo modo di concepire il corpo e la vita si è fatto strada nel mio
percorso, dapprima in modo non organizzato e strutturato, bensì attraverso
la sperimentazione e la ricerca personale. A conferma del fatto che questa
fosse esattamente la via che dovevo percorrere, è iniziata, quasi senza che
me ne accorgessi, una spontanea interazione con il corpo umano, per mezzo
della quale, ogni volta che, attraverso un massaggio o un trattamento
energetico, toccavo con le mani il corpo di una persona, era come se quella
parte che veniva toccata fornisse delle informazioni sulla persona stessa,
che, con un confronto finale, risultavano sempre veritiere.

La riflessione e l'esperienza personale mi hanno stimolato a comprendere il
linguaggio che il corpo conosce per poter colloquiare con esso e ricevere
tutte le informazioni che mano a mano esso decide di fornire. Un linguaggio
così essenziale e diretto che mi ha affascinato e continua ad affascinarmi,
al punto che sto impiegando e convogliando tutta la mia attenzione alla
scoperta sempre più approfondita di questa materia, che per ora si mostra
soltanto come la punta di un iceberg.

Una materia di grande interesse e fascino che viene oggi proposta
all'interno
del percorso triennale di formazione in Counseling Olistico dell'Accademia
Entelechia, di cui sono ideatrice insieme ad altri docenti. L'Accademia
propone un percorso che prevede la possibilità di una doppia
specializzazione: nell'Area delle Bioenergie e nell'Area Comunicazione e
Trasformazione. Un primo accenno di simbologia del corpo applicata viene
fatto nel secondo anno di formazione, che è comune a tutti gli studenti e
viene poi ampiamente approfondito e studiato da chi poi sceglie come
specializzazione l'Area Bioenergie.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore