Buon giorno! oggi è Martedì 22 Ottobre 2019 ore 9 : 2 - Visite 596843 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00423»

CLASSIFICAZIONE: 3
TIPOLOGIA: YOGA
AUTORE: PARAMAHANSA YOGANANDA
TITOLO: LIBERATEVI DELLA PREOCCUPAZIONE
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Tratto da:



- di Paramahansa Yogananda -



Primo tempio della Self-Realization Fellowship,
Encinitas, California, 12 maggio 1940

La preoccupazione è uno stato psicofisico, nel quale cadete in preda a
sensazioni di disperazione e di apprensione provocate da qualche problema
che
non riuscite a superare. Forse siete seriamente preoccupati per i figli, per
la vostra salute, o perché dovete pagare una cambiale. Non trovando una
soluzione immediata, cominciate a preoccuparvi della situazione. E che cosa
ne
ricavate? Mal di testa, nervosismo, disturbi cardiaci. Poiché non analizzate
chiaramente, né voi stessi, né i problemi, non sapete come controllare le
vostre
sensazioni, o la situazione che dovete affrontare. Invece di perdere tempo
preoccupandovi, cercate il modo di riuscire a eliminare concretamente la
causa
del problema. Se volete superare una difficoltà, analizzate tranquillamente
la
situazione, elencando punto per punto i pro e i contro dell'intera
questione;
poi, stabilite quale possa essere il passo migliore da compiere per
raggiungere
il vostro scopo.

Se non avete soldi, vi sentite abbandonati e vi sembra che il mondo intero
vada a rovescio. Ma la preoccupazione non vi fornirà certo una soluzione.

Datevi da fare e prendete questa decisione: "Scuoterò il mondo per ottenere
la
parte che mi spetta. Per tenermi tranquillo, il mondo deve soddisfare la mia
richiesta". Chiunque abbia svolto qualche lavoro, fosse anche strappare le
erbacce, ha compiuto qualcosa di degno sulla terra. Perché tutti gli esseri
umani non dovrebbero ricevere la giusta parte delle ricchezze terrene che
compete loro di diritto? Nessuno deve esserne privato, o soffrire la fame.

L'attuale sistema finanziario cambierà, ricordate ciò che vi dico. Il denaro
crea il desiderio del potere e, troppo spesso, rende insensibile alle
sofferenze
altrui chi lo possiede. E' giusto accumulare la ricchezza, se
contemporaneamente i ricchi nutrono il desiderio di aiutare coloro che ne
hanno bisogno. Il denaro è una benedizione nelle mani degli altruisti, ma è
una maledizione nelle mani degli egoisti. Conoscevo un
uomo a Filadelfia con un patrimonio di dieci milioni di dollari, che però
non
lo rese mai felice e gli procurò soltanto una grande infelicità. Non avrebbe
mai offerto a nessuno una tazza di caffè da dieci centesimi. L'oro ci è
stato
dato perché lo usassimo, ma non appartiene a nessuno tranne che allo Spirito
divino. Tutti i figli di Dio hanno il diritto di usare l'oro di Dio, quindi
non dovete accettare l'idea del fallimento e rinunciare al vostro diritto.

- Il successo, o il fallimento, sono decisi dalla mente -

Voi siete figli di Dio, come lui stesso ha voluto, ma vi siete trasformati
in
mendicanti. Se vi convincete di essere inermi creature mortali e permettete
a
chiunque di farvi credere che non troverete un lavoro, vuol dire che nella
vostra mente avete stabilito di essere dei falliti senza speranza. Non è
certo
il giudizio di Dio, o del fato, a condannarvi alla povertà e alla
preoccupazione, ma l'opinione che avete di voi stessi. Il successo e
l'insuccesso sono decisi dalla vostra mente. Anche andando contro l'opinione
negativa della società se, grazie all'invincibile volontà di cui Dio vi ha
dotato, vi dimostrate convinti che non sarete lasciati soli a soffrire nelle
difficoltà, vi accorgerete di essere circondati da un divino potere segreto.

Vedrete allora che il magnetismo della vostra convinzione e del potere
divino
vi aprirà nuove strade. Non addoloratevi per la vostra situazione attuale e
non preoccupatevi. Se vi rifiutate di preoccuparvi e se fate tutti gli
sforzi
giusti, rimarrete calmi e sicuramente troverete il modo di raggiungere la
vostra meta.

Ricordate che quando vi preoccupate mettete in funzione un freno mentale e,
cercando di vincere questa resistenza, sottoponete a uno sforzo il cuore e
la
mente. Non guidereste certamente la macchina con il freno tirato perché
sapete
bene che gli ingranaggi si danneggerebbero seriamente. La preoccupazione
frena
le ruote dei vostri sforzi e Vi conduce a un punto morto. Niente è
impossibile
a meno che non siate voi a crederlo. La preoccupazione può farvi credere che
è
impossibile fare quello che volete fare.

La preoccupazione fa perdere tempo ed energia. Usate piuttosto la mente
cercando di compiere uno sforzo costruttivo. E' meglio essere un affarista e
costruire qualcosa piuttosto che essere pigri; il pigro è abbandonato, sia
dagli uomini, sia da Dio. Uomini intraprendenti hanno accumulato delle
fortune,
ma non identificate il successo con il denaro. Spesso non è il denaro, ma
l'abilità creativa esercitata nel guadagnarlo che rende soddisfatti.

E' sciocco cercare di sfuggire alle preoccupazioni, perché vi seguiranno
dovunque andiate. Dovete imparare ad affrontare i problemi senza paura e con
la coscienza tranquilla come ho fatto io. Ora non prego più per la mia
anima, o
per il mio corpo perché ho avuto da Dio la promessa del suo aiuto eterno.

Questo è sufficiente. Per me, pregare vorrebbe dire dubitare. La mia
coscienza
è tranquilla perché non ho mai fatto male a nessun essere umano. So che
questa
è la verità. Poter dire a se stessi: "Non ho mai fatto del male a nessuno",
significa essere la persona più felice della terra.

Quando penso alle numerose e splendide anime che hanno fede in me - non in
virtù dell'emotività cieca, ma dell'intelligenza e della ragione - so di
essere molto fortunato. Per me, il bene più prezioso è l'amicizia. Siate
amici
di tutti. Anche se qualcuno tradisce il vostro amore e la vostra fiducia,
non
preoccupatevi. Siate sempre voi stessi perché siete quello che siete. Questo
è
l'unico modo di vivere sinceramente. Sebbene non tutti vogliano esservi
amici,
dovete dimostrare a tutti la vostra amicizia, senza aspettarvi niente in
cambio. Io capisco e amo tutti, ma non mi aspetto mai che gli altri mi siano
amici e mi capiscano. Grazie a questo principio, mi sento in pace con me
stesso e con il mondo, e non ho motivo di preoccuparmi.

- Le lezioni che siamo venuti a imparare sulla terra -

L'amicizia è il vostro tesoro più prezioso, perché potrete portarlo con voi
oltre la vita. Nella casa del Padre incontrerete ancora tutti i vostri veri
amici, perché il vero amore non va mai perduto. D'altro canto, nemmeno
l'odio
va mai perduto. Attirerete ripetutamente tutto ciò che odiate, fino a quando
non supererete quella profonda avversione.

L'amore, a meno che non sia amore divino, è fuggevole. Che cosa ne è stato
di
tutti gli innamorati che nel corso dei secoli si sono promessi fedeltà
eterna
al chiaro di luna? Le loro ossa sono disseminate sulla terra e la luna ride
di
loro dicendo: "Hanno mentito, perché il loro amore non era eterno".
Tuttavia,
se l'amore che provate nel vostro cuore non è di questa terra, se avete
amato
tutti in nome dell'amicizia divina, e non dell'attrazione fisica, se amate
gli
altri per ciò che sono e non per motivi egoistici, avete raggiunto ed
espresso
l'amore di Dio. Manifestare l'amore puro e incondizionato tra marito e
moglie,
genitori e figli, amico e amico, voi stessi e gli altri, è la lezione che
siamo venuti a imparare sulla terra.

Non dovete odiare neppure i vostri nemici. Nessuno è completamente cattivo.
Se
sentite qualcuno suonare un pianoforte che ha un tasto difettoso, siete
portati a pensare che sia lo strumento a essere difettoso.

Ma il difetto sta solo in un tasto. Riparatelo e vedrete che il pianoforte è
perfetto. Dio vive in tutti i suoi figli. Odiare qualcuno significa negare
la
sua presenza in voi e negli altri. La terra è il laboratorio di Dio. Noi ci
bruciamo nel fuoco dell'esperienza mortale, affinché la divina immortalità
sepolta dal fango della nostra coscienza, possa rivelarsi ancora. Amate
tutti,
restate della vostra opinione, e non preoccupatevi.

Affidate a Dio i vostri problemi. Preoccupandovi, celebrate soltanto il
vostro
funerale. Non vorrete certo essere sepolti vivi dalle vostre ansie! Perché
soffrire e morire di preoccupazione ogni giorno? Qualsiasi difficoltà
dobbiate
affrontare - miseria, dolore, malattia - ricordate che su questa terra
qualcuno sta soffrendo cento volte più di voi. Non consideratevi tanto
sfortunati, perché in questo modo vi condannate alla disfatta, e allontanate
la luce onnipotente di Dio che cerca sempre di aiutarvi.

Pensate a quello che oggi sta accadendo a intere popolazioni europee e
rendetevi conto di quanto siete più fortunati. Questa guerra non ha alcuna
giustificazione. E', questo, il progresso? E', questa, la civiltà? La Festa
della
mamma dovrebbe ricordare a tutte le madri che Dio ha dato loro il compito di
provare un sentimento di amore materno per tutti gli esseri umani. Soffro
per
i ragazzi che si trovano oggi sui campi di battaglia. Se uno di loro viene
ucciso in azione, almeno si libera di questo mondo infelice, ma quanto è
doloroso dover trascorrere il resto della vita in un corpo mutilato! La
perdita di un braccio, o di una gamba, nelle atrocità della guerra, non fa
desiderare di continuare a vivere in un corpo mutilato. Nelle mie
meditazioni
vedo le anime gemere, alcune sui campi di battaglia, con il corpo straziato,
altre malate di cancro in un ospedale, con scarse prospettive di vita. Come
è
tragico questo mondo! E' soltanto un luogo insicuro. Ma qualsiasi cosa vi
sia
capitata, se vi getterete ai piedi del Padre implorando la sua misericordia,
egli vi incoraggerà e vi mostrerà che la vita è solo un sogno. Io ho
constatato personalmente questa verità. Quando rivolgo la mente nel centro
cristico, non percepisco più il corpo. Nessuna sensazione e nessuna tortura
mentale possono affliggervi, se la mente se ne distacca e si ancora nella
pace
e nella gioia di Dio.

- Mettete in pratica l'imperturbabilità mentale -

In sanscrito l'imperturbabilità viene chiamata titiksa. Io ho messo in
pratica
l'imperturbabilità mentale. Ho meditato tutta la notte immerso nell'acqua
gelida, a temperature proibitive. In India ho meditato dalla mattina alla
sera
sulla sabbia rovente. Ho conseguito, così, una grande forza mentale. Se
esercitate un'autodisciplina del genere, la mente diventa indifferente a
qualsiasi condizione esteriore. Se credete di non riuscire a fare qualcosa,
trasformate la mente in una schiava. Liberatevi.

Non intendo dire che dovete essere avventati Cercate di superare
gradualmente
i disagi. Dovete raggiungere l'imperturbabilità. Quale che sia il vostro
problema, fate il massimo sforzo per risolverlo, senza lasciarvi prendere
dalla
preoccupazione e, finché non lo avrete superato, mettete in pratica
l'imperturbabilità (titiksa). Non è questa una forma di saggezza concreta?
Se
siete giovani e forti, mentre rafforzate la volontà e la mente, potete
mettere
in pratica metodi di autodisciplina sempre più rigidi, come ho fatto io.

Se pensate che con l'arrivo dell'inverno vi prenderete un raffreddore, non
state sviluppando la forza mentale. Vi siete già consegnati alla debolezza.

Quando vi sembra di essere in procinto di raffreddarvi, resistete
mentalmente:

"Vattene! Sto prendendo le precauzioni dettate dal buon senso, ma non
permetterò che la paura favorisca la malattia, indebolendo la mia mente".

Questo è l'atteggiamento mentale corretto. Nel vostro cuore, fate sempre
tutto
ciò che potete, ma senza preoccuparvi, perché la preoccupazione paralizza
gli
sforzi. Se farete del vostro meglio, Dio vi aiuterà.

Il sonno è una benedizione, perché, quando dormite, vi liberate di tutti i
vostri
problemi. Imparate a liberarvene coscientemente, anche durante le ore di
veglia. Se non avete mai assaggiato lo zucchero, non potete sapere che è
dolce; analogamente, non potete rendervi conto del meraviglioso potere della
mente, se non ne utilizzate interamente il potenziale.

Un giorno, una ragazza venne a trovarmi, a Washington, e mi disse: "Ho una
cardiopatia cronica. Ho consultato uno specialista, ma non ho avuto nessun
miglioramento. Può aiutarmi in qualche modo?". Guardai nella sua mente e
percepii qual era il suo disturbo. (Anche voi potete sviluppare il potere
dell'intuizione se sarete calmi e mediterete profondamente. Non esistono
limiti a ciò che riuscirete a fare, servendovi del potere di cui Dio vi ha
dotati fin dalla nascita).

Risposi alla ragazza: "Tu non hai una malattia cardiaca. Se mai ho detto la
verità è in questo momento. Se domani avrai ancora qualche disturbo al
cuore,
potrai dire che sono il più grande bugiardo e dimenticarmi. Ma io so che
passerà".

"In che modo?", mi chiese.

Le risposi con una domanda: "Hai avuto di recente una delusione sentimentale
molto profonda?".

La ragazza si meravigliò: "Sì, come fa a saperlo?".

"Non è vero", continuai, "che giorno e notte pensi a questa dolorosa
esperienza?". Abbassò la testa e ammise che era vero. "Devi smettere di
affliggerti", le dissi. "Il latte è stato versato. A che serve continuare a
piangere? Trova qualcuno che sappia apprezzare il tuo amore. Non ha senso
rimanere fedeli a chi non ti ama. Il tuo ex innamorato si diverte con
un'altra
e tu stai qui a consumarti per lui senza speranza". Lei rispose che avrebbe
tentato di dimenticarlo. "Non basta tentare", insistetti io, "devi
dimenticarlo subito! Togliti quell'uomo dalla mente!".

La ragazza era ricettiva; mi ascoltò; poco tempo dopo venne a dirmi: "Aveva
ragione. Non appena ho smesso di pensare a quel ragazzo e alla mia
infelicità,
il battito cardiaco è tornato normale".

Se vi comporterete come vi ho suggerito oggi; se non cederete alle
contrarietà, e se rifiuterete di preoccuparvi per i vostri problemi,
scoprirete di essere diventati più vittoriosi, più sereni e felici. Io ho
realizzato tutto questo con il mio sforzo. Voi dovete fare la stessa cosa.

Ogni giorno affermate: "Non voglio essere, né pigro, né freneticamente
attivo.
In ogni circostanza della vita farò del mio meglio senza preoccuparmi del
futuro".

- Dio non vi abbandonerà mai -

Ricordatevi che la mente non può provare nessun dolore, a meno che non si
lasci suggestionare dal dolore stesso. La mente non può addolorarsi per la
miseria, o per qualsiasi altra cosa, a meno che non accetti la condizione
spiacevole. Gesù fu trattato duramente - la sua vita era piena di
problemi,
di ostacoli, di incertezze - eppure egli non se ne preoccupava. Ricordate
che anche voi siete figli di Dio. Potrete essere abbandonati da tutti gli
altri, ma il Signore non vi abbandonerà mai, perché vi ama. Non dovete mai
preoccuparvi, perché Dio vi ha fatto nella sua invincibile immagine.

Non affliggetevi per quello che non avete. Chi ha raggiunto il più grande
successo materiale, può dover sopportare le più grandi preoccupazioni e la
più
profonda infelicità. D'altro canto, in India, ho visto vivere nelle grotte e
in umili capanne uomini che erano autentici re. Il 'trono' di uno di quei
santi era una stuoia di erba. Se io potessi portarlo qui davanti a voi,
vedreste un vero sovrano. Indossava soltanto un perizoma e non possedeva
neppure una ciotola per l'elemosina. Questi sono i veri re della terra. Ne
ho
incontrati alcuni sull'Himalaya, senza cibo, senza nulla, eppure non sono
mendicanti. Sono più ricchi dei miliardari della terra. Poiché sono amici di
tutti, la gente li ama, e volentieri dà loro da mangiare. Ho visto un santo
sull'Himalaya completamente nudo, anche se la temperatura era estremamente
rigida. "Non si prenderà un'infreddatura?", gli domandai. Egli rispose
dolcemente: "Sono riscaldato dall'amore di Dio, come posso avere freddo?".

I santi simili a lui sono più grandi di qualsiasi sovrano. Senza cibo, senza
apparenti mezzi di sopravvivenza, questi uomini sereni e senza alcuna
preoccupazione, sono simili ai re. Perché dunque non potreste riuscirvi
anche
voi?

Rendetevi conto che l'infinita presenza del Padre celeste è sempre dentro di
voi. Ditegli: "Nella vita e nella morte, nella salute e nella malattia, io
non
mi preoccupo, Signore, perché sono tuo figlio per sempre'.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore