Buona sera! oggi è Venerdì 28 Febbraio 2020 ore 19 : 13 - Visite 649033 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00468»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: GUIDO DA TODI
TITOLO: L'INFINITO RESPIRO SACRO
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

L'infinito sacro

(di Guido)



Miei cari amiche ed amici,

Ci sono tanti siti, sul web, che trattano - alcuni magistralmente! - di cose
spirituali.

Sadhana non rappresenta' il clone di qualcuno di essi?

Beh, nulla e' completamente nuovo ed originale, sotto il cielo.

Tuttavia, tengo a precisare alcuni punti fondamentali della nostra lista
che, forse, la rendono dissimile (non ho detto .) da molte altre.

Intanto, la ricerca di un dialogo comune che verta fondamentalmente sulla
Pietra Angolare d'ogni scopo e sforzo delle piu'nobili Scuole di Pensiero
tradizionali (antiche e moderne).

Vi sono costanti richiami, articoli, brani, scritti, analisi che
cercano di dimostrare, con il tempo, come sia reale e puntuale la
necessita' che ognuno di noi realizzi quella sola spinta, o motivazione, che
forza gli uomini e le donne del pianeta a riconoscere un'Energia Solare,
Vivificante in assoluto; non gia'quale simbolo di bene astratto e - in fin
dei conti - oggetto di fede cieca, o di speranza mistica; ma, come una
Radiazione onnipervadente, che tutti noi abbiamo la possibilita' concreta di
percepire, prima, e con la quale fonderci, dopo, in quello stato d'acuta
realta' salvatrice, che ogni yoghi e sadhu - dai tempi dei tempi - ha
raggiunto definitivamente.

Tale Radiazione, soggiacente ad ogni causa ed azione, e' stata chiamata Dio,
Se' superiore, Assoluto, Tutto, Uno.

E, pero', sino ad oggi, le numerose religioni, le grandi scuole di pensiero,
le correnti filosofiche d'ogni tempo - pur se ricettacolo d'infinita,
giustificata gratitudine, da parte della massa degli uomini - si sono rese
responsabili, anche, di un grave errore d'omissione, verso i loro simili.

Esse hanno, si', indicato i vertici di una dimensione cosmica, aprendo gli
occhi interiori d'ogni vero spiritualista, e sollecitandolo ad una personale
scoperta della verita'. Ma, di contro, i loro concetti di Bello e di Puro,
di Perfetto e d'Assoluto hanno costituito una grave barriera psicologica nei
confronti del ricercatore.

Grazie ad esse, la miniera delle rivelazioni si e' - con il tempo -
inquinata con una sorta di .

Un Dio che l'uomo medio non raggiunge - e non puo' facilmente raggiungere -
a causa, da una parte, della Sua schiacciante assolutezza, e, dall'altra,
delle nostre imperfezioni.

Oggi, esiste un Dio, un Tutto-Uno, una Vita Universale che dista mille anni
luce da voi che leggete, e da me che scrivo.

Oggi, la religione occidentale determina un cerimoniale di severo stoicismo
per ogni credente, imponendogli di pagare, con la preziosa e pesante
della santita', il prezzo che costa quel potere con Dio>.

Oggi, occorrono sottili e squisite iniziazioni; e forbite, complesse
conoscenze dei Veda; e cerimoniali odorosi d'incenso e mirra; e austere vite
di discepolato, per venire

..Tutte necessita' che faranno conoscere..cosa?.

.Si presume, Dio..

Nella Bhagavad Gita - sicuramente il piu' sacro e fulgido vangelo di
rivelazione hindu', e che costituisce parte dei millenari Veda - si canta:

<..Gli universi, sebbene infiniti e innumerevoli, Arjuna li vede tutti
riuniti in un solo punto, nella forma universale del Signore..>

Ecco,. il primo e fondamentale insegnamento sacro della filosofia hindu':
tutto cio' che esiste e' l'organismo infinito di Dio. E noi siamo parte
intrinseca - nelle nostre lotte quotidiane, nelle nostre gioie; con tutti i
simili ed i dissimili; nelle nostre imperfezioni e virtu' - di questo
sovrumano Alito di Dio.

<.Sebbene Tu sia Uno, Ti estendi attrraverso il cielo, i pianeti e lo spazio
che li separa.>

<.Tu sei Dio, la Persona Suprema e originale, unico rifugio di questa
manifestazione cosmica. Tu conosci tutto, e Tu sei tutto cio' che si puo'
conoscere. O forma infinita, tu trascendi le tre influenze materiali e sei
presente ovunque nell'universo.>

<..Vedendo questa forma universale, che non avevo mai veduto prima, sono
felice, ma la mia mente e' scossa dalla paura. Percio', ti prego, appari di
nuovo nella Tua Forma di Persona Suprema.>

<.Il Signore Beato disse: " Mio caro Arjuna, con gioia ti ho rivelato in
questo mondo, attraverso la Mia potenza interna, la Mia forma universale,
sublime, infinita, risplendente, che nessuna, prima di te, aveva visto.>

<..O migliore dei guerrieri Kuru, nessuno prima di te ha potuto contemplare
questa Mia forma universale, PERCHE', NE' LO STUDIO DEI VEDA, NE' I
SACRIFICI, NE'GLI ATTI CARITATEVOLI, E NEANCHE I RITI, L'ASCESI SEVERA O
ALTRE SIMILI PRATICHE PERMETTONO DI VEDERE QUESTA FORMA.>.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Di conseguenza, quando si e' pervasi dalla consapevolezza sperimentale dell'
uno-tutto; quando l'unico respiro concesso alla nostra anima, e' quello di
impadronirsi dell'attimo presente, ove si perpetua costantemente e senza
posa il dialogo con la Presenza universale; e qualunque altro interesse
rischia di divenire qualcosa che ci dalla raggiunta unione -
che deve sempre rinnovarsi - delle nostre labbra d'animo con il Sacro e
Vivente Gral - o divinita' diluita nelle cose tutte; quando il nemico, e l'
amico, nostra moglie e nostro marito, ed i figli che essi ci hanno dato; e
le cellule affacendate e rumorose del suo infinito organismo, che sono i
cittadini che riempiono le strade che frequentiamo; quando tutto, tutto e'
il suo Sorriso, proteso verso di noi e verso gli altri. come possiamo mai
accettare i delle condizioni (umane, e fatte da uomini)
che i vari istituti spirituali di ogni tempo di impongono, per conoscere
Dio?!.

E' questa, la connessione che vuole ricercare, la lista, in voi; la stretta
identificazione con il Respiro Caldo dell'Assoluto, che adombra ogni vostro
minuto, ed ogni giornata, ed ogni vostra fibra esistenziale.

Consapevoli che si tratta - come leggiamo nella Bhagavad Gita - dell'ultima
e sola realizzazione umana, iniziamo, quindi, a scoprire Dio, nella
cameretta dei nostri bimbi; e a vederlo nell'aura stessa di quella collega
, che sta di fronte alla nostra scrivania d'ufficio; e
percepiamo, finalmente, il misterioso suono che mugghia - silente - nella
natura, e nella caotica citta', piena di clackson.

Gli hindu' chiamano questo Suono: AUM, e hanno, sperimentalmente - con l'
alta e sublime scienza dei Mantrams - raggiunto la capacita' di scoprire la
reale Voce (Verbo) di Dio nell'universo.

Parleremo, in lista, anche del sacro Aum.

Cio' che e' sommo mio desiderio, carissimi amici ed amcihe, e' che voi - una
volta
spento il computer - porgeste piu' attentamente lo sguardo interno e
tendeste il vostro udito soggettivo verso l'infinito fruscio sacro che
esiste in ogni persona che incontrerete.

Dio, l'Uno, il Se' superiore e' proprio li'..

Cominciamo, dunque, assieme, la grande ed unica avventura di scoprirne il
Suono (Verbo) in tutto cio' che esiste!

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore