Buon giorno! oggi è Martedì 21 Maggio 2019 ore 10 : 36 - Visite 520816 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00500»

CLASSIFICAZIONE: 5
TIPOLOGIA: AFFINE
AUTORE: CIRO AURIGEMMA
TITOLO: SVILUPPO DELLA CONSAPEVOLEZZA E RISPETTO DELLA VITA DEGLI ANIMALI
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

SVILUPPO DELLA CONSAPEVOLEZZA E RISPETTO DELLA VITA DEGLI ANIMALI

di Ciro Aurigemma

Sta crescendo nel mondo la consapevolezza che gli animali sono esseri
viventi che sentono gioia e dolore e soffrono come noi e che quindi la loro
vita va rispettata come quella degli uomini.

I diritti degli animali sono tra l'altro diventati argomento di riflessione
dei filosofi anglo-americani (Tom Regan, Peter Singer del movimento Animal
Liberation) e in loro nome sono sorte sempre più organizzazioni e
associazioni attivamente impegnate in loro difesa (vedi:
www.antivivisezione.it e www.vegetariani.it).

Anche un economista come Jeremy Rifkin è giunto a simili conclusioni
partendo da punti di vista diversi e avvertendo tutti della necessità di
cambiare rotta per il bene del pianeta e di noi stessi.

Pietro Croce, medico, che lavorò in USA e poi primario al "Sacco" di Milano
per trent'anni, nonché docente universitario, è passato dalla vivisezione
per scopi scientifici all'antivivisezionismo per motivi scientifici che ha
portato avanti con coerenza nel comitato scientifico antivivisezionista
(C.S.A.) a cui pure io appartengo.
Aldo Capitini, detto il Gandhi italiano per aver diffuso tra noi il credo
non-violento e docente di filosofia morale fondò la Società italiana
vegetariana 50 anni fa (divenuta oggi l'A.V.I.) e il Movimento non-violento
per la pace.

Gli animali soffrono!

Gli uomini non si fanno scrupolo per interessi economici e per il loro
prestigio di ucciderli con la vivisezione e farli uccidere per mangiare la
loro carne, credendo di acquisire salute, piacere, forza e creando invece le
basi per la "morte spirituale" e per malattie oggi diffuse, nonostante il
progresso scientifico, come dichiarato anche dall'ex Ministro della Sanità
Veronesi, oncologo di fama mondiale, vegetariano, che considera la carne
concausa del cancro e la frutta e la verdura come un grosso aiuto per
difenderci da esso.

La Chiesa ha ammesso che gli animali hanno un anima e soffrono ma, pur
considerando importante il digiuno e il controllo alimentare; non arriva a
dire di non mangiare carne per il suo sviluppo storico e forse per non
essere impopolare, dato che piace ai suoi fedeli e ai suoi prelati...

Non possiamo tacere la verità: gli animali soffrono moltissimo nel mondo,
sia quando vengono macellati agonizzando, sia con la vivisezione, sia quando
vengono allevati e trasportati in luoghi angusti o privati della libertà e
questo va spiegato a tutti, con informazione adeguata e filmati; insegnato
ai bambini, che troppo spesso vedono gli animali solo in tv, in polleria, in
fotografia e che invece dovrebbero conoscerli da vicino, per poterli amare e
rispettare fin da piccoli. Gli animalisti stessi che amano gli animali non
sempre rinunciano a mangiarli: per amore...?!

Non sarebbe comunque sufficiente farlo solo per paura del cancro, della
mucca pazza o per ragionamenti razionali o per "coerenza" morale, ma solo la
per la presa di coscienza della sofferenza che mangiamo o di cui
"usufruiamo" con i farmaci che usiamo e che assorbiamo questa sofferenza
anche noi poiché tutto è energia e l'energia della carne morta non giova al
nostro organismo vivente e alla nostra anima.

La sofferenza data agli animali è o sarà poi la sofferenza che l'uomo subirà
su di sé quale conseguenza e questo forse potrà portare molti a cambiare
abitudini gradualmente e a rispettare la vita degli animali che hanno il
solo scopo di dare gioia e amore all'uomo e di cooperare nella vita del
pianeta e nell'ecosistema di cui siamo parte.

"Ma anche gli animali mangiano altri animali..." potrebbe obiettare lo
scettico.

E allora? Qual'è la causa? È veramente così che l'uomo ha appreso questo da
madre natura o gli animali lo appresero dall'uomo che divenne cacciatore in
epoche remote dopo aver perso l'originaria consapevolezza dell'unità di
tutte le forme di vita?

Dio nella Bibbia nella Genesi dà semi e piante da mangiare all'uomo e ora l'
uomo trova molte giustificazioni razionali per trattenere vecchie tradizioni
e continuare a uccidere gli animali per mangiarne la carne come in passato
venivano sacrificati a Dio! Ma era ed è contento, di questo, Dio?

"Misericordia voglio e non sacrifici!" forse risponderebbe, come già disse.

E a Pasqua? È giusto continuare a festeggiare Cristo mangiando l'agnello?

Ma Lui non disse "Ciò che fate al più piccolo dei miei lo avete fatto a
Me"...? "Ciò che seminate lo raccoglierete"...? "Non uccidere!"...?

Varranno allora per l'uomo le parole del Capo indiano Seattle, il quale
disse che forse, quando l'uomo bianco avrà distrutto l'ultimo albero e
inquinato l'ultimo fiume, capirà che non potrà mangiare i suoi dollari?

Proprio come re Mida? "Chi ha orecchi sensibili per intendere, intenda"...!

Come psicologo vorrei concludere con una citazione di C.G. Jung psicanalista
svizzero e professore:

"Negli istituti di fisiologia dove si indebolisce volutamente la capacità di
giudizio morale degli studenti attraverso sperimentazioni barbare e nocive e
torture di animali, contrarie a qualsiasi senso di umanità, di dovrebbe
invece insegnare che nessuna verità va cercata con mezzi immorali."

Oggi, in Italia, le battaglie di molti uomini coraggiosi hanno portato alla
possibilità di fare obiezione di coscienza alla vivisezione per gli studenti
e alla ricerca di metodi di ricerca alternativi, ma anche validi
scientificamente.

(Da: "L'idea vegetariana", rivista AVI n.139 Set./Ott. 2002)

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore