Buon giorno! oggi è Giovedì 7 Luglio 2022 ore 6 : 23 - Visite 1125733 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «01125»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: SWAMI KRIYANANDA
TITOLO: UN SENTIERO DI ENERGIA
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Un sentiero di energia

- di Swami Kriyananda -

Ci sono molte strade verso Dio e in diversi momenti della storia i grandi
maestri vengono per aiutarci a comprenderne una o l'altra, a seconda delle
esigenze di quell'epoca.

Yogananda ha dato importanza specialmente all'energia, perché noi siamo
giunti, come hanno spiegato i maestri, a un'epoca chiamata Dwapara Yuga, in
cui l'energia divina penetra maggiormente nella materia e nel mondo.

E poiché l'energia è il ponte fra la coscienza umana e la coscienza divina,
è necessaria per poter giungere a una realizzazione più ampia: non si può
fare un salto da una parte all'altra dell'abisso.

Se, ad esempio, una persona non ha energia, potrà sì meditare, ma la sua
mente probabilmente vagherà.

L'umanità è ora più consapevole dell'energia rispetto al passato. Gli
scienziati hanno scoperto che la materia fisica non è veramente concreta, ma
una vibrazione di energia. Quando quest'energia vibra ad un certo livello,
produce certe immagini, che sembrano solide ma non lo sono.

- Una nuova era di energia -

Nei tempi antichi, l'uomo non poteva comprendere tutto ciò. Era quindi
necessario pensare in modi più fissi, in termini di strutture,
organizzazioni, dogmi. Yogananda è venuto per farci comprendere questo
flusso di energia, che ci porta a una coscienza che è più alta perfino
dell'energia,
ma che può essere raggiunta solo attraverso di essa.

Questa è veramente la base degli insegnamenti di Yogananda. Per questo gli
esercizi di ricarica sono così importanti: sono fondamentali per comprendere
il kriya yoga. Devi sentire l'energia che entra nel corpo e viene
distribuita nei muscoli. È questa energia che dirigiamo poi verso Dio nella
spina dorsale, invece di offrirGli solamente la nostra devozione in modo
sentimentale.

Ogni santo è una donna, o un uomo di molta energia. Anche noi dobbiamo
essere così. Una volta compreso questo, possiamo capire in modo profondo gli
insegnamenti di Yogananda.

Ad Ananda abbiamo pochissime regole, perché sappiamo che una regola è fatta
per non farci pensare; come quando impariamo ad allacciarci le scarpe e lo
facciamo in modo automatico, perché diventa un'abitudine. Le abitudini sono
buone: sono un metodo che la mente ha per darci la libertà di fare altre
cose. Così è bene avere un certo numero di regole; ma una persona deve
essere libera di andare oltre, di capire, di inventare, di progredire.

Per questo motivo io penso che Ananda abbia una missione importante, perché
è fondata proprio sul principio dell'energia. Invece di creare forme e
sistemi, Ananda incoraggia le persone a cercare di fluire con l'energia.
Così facendo, scopri che puoi fare molto di più, perché ognuno di noi
possiede Dio e Dio può fare tutto tramite noi.

Tante volte nella mia vita ho avuto il pensiero: "Questa è una cosa che non
sono capace di fare, che non posso fare".

Quando ho risposto dicendo: "Sì, è vero, io non posso, ma Lui può", e Lo ho
chiamato, ho visto che Lui è intervenuto. E spesso ho potuto fare senza
difficoltà cose apparentemente impossibili, perché Lui è capace di tutto.
Non sei tu che agisci, è Lui. È successo tante volte: Dio mi ha dato ciò di
cui avevo bisogno.

Quindi non pensare mai: "Io non posso". Certo che non puoi! È chiaro, è
ovvio. Perciò, non pensare continuamente a quello: pensa piuttosto che Lui
può fare tutto. Io l'ho fatto centinaia di volte e sempre con successo. È
una cosa bella da provare, perché noi tutti abbiamo momenti nella vita in
cui non sappiamo che cosa fare.

Ma Lui lo sa, non dimenticarlo mai.

Dio ti aiuta se tu ti aiuti

Anche chiedere l'aiuto di Dio è una questione di energia, perché non basta
dire: "Lui può".

Lui non può se tu non agisci, ma ti aiuta se tu ti aiuti. Tu devi usare la
tua energia, creando un campo magnetico che attirerà l'ispirazione e la
forza che ti servono per fare tutto ciò che desideri. Così vediamo
nuovamente che ogni cosa che facciamo nella vita è basata su questo
principio: che l'energia è un ponte verso una realizzazione più ampia, più
elevata.

Se, ad esempio, una persona medita con energia e pensa: "Io Ti amo, voglio
Te, arriverò a Te, Ti conoscerò", Lui risponderà: "Va bene, va bene!".

Questo è il metodo che ha spiegato Yogananda per arrivare a Dio.

Lui era un uomo così forte e devo dire onestamente che non era sempre facile
vivere insieme a lui, proprio perché aveva così tanta energia. Ma coloro che
lo hanno seguito hanno visto che avevano anch'essi sempre più energia; stare
con lui non ci esauriva, anzi, ci ricaricava.

Nella tua vita, comincia a pensare a come servire Dio con tutta la tua
energia, tutta la tua forza, tutta la tua anima.

Per questo Gesù ha detto: "Devi amare Dio con tutta la mente, tutto il
cuore, tutta l'anima, tutta la forza".

Questa forza è l'energia. Quando senti una forte devozione nel cuore,
ricordati che questa devozione è energia che fluisce attraverso il cuore. Se
la dirigi e la offri verso il punto cristico, vedrai che ti porterà ad uno
stato di coscienza sempre più espanso.

Ricordati sempre questa semplice parola: energia. Pensa con fede al futuro e
pensa con energia, perché quest'energia è il segreto del successo in ogni
cosa che fai. Non scoraggiarti, non perdere la fede, ma cerca di fare ciò
che è giusto per te con sempre più energia.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore