Buon giorno! oggi è Domenica 7 Giugno 2020 ore 11 : 35 - Visite 700953 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «01329»

CLASSIFICAZIONE: 5
TIPOLOGIA: AFFINE
AUTORE: GIAMPIERO CARA
TITOLO: IN FORMA CON LA MENTASTICA
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

In forma con la mentastica

(di Giampiero Cara)

Negli ultimi anni, aumenta costantemente il numero di persone che non
credono più che sia necessario fare esercizi faticosi per mantenersi in
forma. L'accento, piuttosto, si è spostato sulla scioltezza e sul
rilassamento psicofisico, come dimostra la sempre maggiore diffusione, anche
in Italia, delle cosiddette "ginnastiche dolci".

Tra queste, una tra le più interessanti ed innovative è la cosiddetta
"mentastica", creata negli anni Settanta dal medico chirurgo - ma anche ex
pugile e fisioterapista - americano Milton Trager, che l'ha insegnata per
vent'anni (è scomparso nel 1997 all'età di novant'anni), e la cui opera
viene oggi proseguita da più di 2000 insegnanti in tutto il mondo. Anche nel
nostro Paese, e precisamente a Firenze, esiste l'Associazione Trager Italia,
filiale del Trager Institute di Mill Valley, in California.

Il nome "mentastica" nasce dalla contrazione dei termini "mentale" e
"ginnastica", perché questa pratica consiste, come spiegava lo stesso dottor
Trager, "in movimenti guidati dalla mente con l'obiettivo di suscitare
sensazioni quali leggerezza, libertà, apertura, grazia e piacere; sensazioni
che contribuiscono a mantenere il corpo senza età". Gli esercizi di
mentastica servono a rendere la mente consapevole del corpo in ogni sua
parte, e si basano sulla semplicità e sulla scioltezza.

Eseguendoli, bisogna porsi mentalmente domande del tipo "Come potrei
sentirmi ancor più leggero? Come potrei essere più libero e più felice?".
Tali domande guidano il movimento verso il raggiungimento di una sempre
maggiore piacevolezza, che aiuta il corpo a mantenersi sciolto e in forma
senza sforzo a qualsiasi età. Non per nulla, il dottor Trager ha continuato
ad eseguire i suoi esercizi ogni giorno fino a poco prima di morire, con
l'agilità di un ballerino.

Esercizi in sequenza:

- Tirare calci all'aria -

In piedi, in atteggiamento il più possibile sciolto, date dei leggeri calci
all'aria, mantenendo morbidi i muscoli delle cosce, che sentirete come
rimbalzare. Tenete i piedi un po' sollevati dal pavimento, per prevenire
contratture alle anche. Mentre scalciate, immaginate che la gamba si stacchi
dalla sede dell'articolazione, e avvertite la ripercussione del movimento
sul tallone e sulla caviglia. Se eseguito correttamente, questo movimento
produce una leggera vibrazione nella parte bassa della schiena (potete
sentirla appoggiando le dita al bacino), che si propaga verso l'alto fino al
dorso, alleviando la tensione di tutto il corpo. Questa benefica vibrazione
è provocata dalla distensione delle articolazioni dell'area lombare.

- Distensione dei fianchi -

Sempre in piedi, girate i polsi e intrecciate le mani sopra la testa. Senza
sforzarvi, stendete verso l'alto le braccia dritte ma rilassate, tenute
vicino alle orecchie. Quindi spostate tutto il peso sulla gamba sinistra,
lasciando la destra rilassata e leggermente flessa. Piegatevi lateralmente
spostando il bacino verso sinistra, mentre le braccia si stirano a destra.
Questo movimento stira e scioglie il fianco sinistro. Quindi, per stirare
quello destro, mettete il peso sulla gamba destra e spostate il bacino a
destra e le braccia a sinistra. Eseguite i movimenti lentamente, con
dolcezza, e lasciate che questo allungamento ritmico vi riempia la mente e
il corpo con una piacevole sensazione di estensione e di armonia.

- Il mulino a vento -

E' un movimento che sfrutta il peso e la forza d'inerzia delle braccia per
sciogliere il busto e i fianchi. In piedi, con le ginocchia leggermente
flesse, piegatevi in avanti e rimanete con la testa e le braccia penzoloni.
Quindi fate oscillare lateralmente le braccia e, per ottenere una miglior
torsione, seguite con lo sguardo la mano che va verso l'alto. Attenzione
però a non far dondolare su e giù il tronco, ma tenetelo ben fermo e
centrato, in modo che possa fungere da perno per il movimento. Dopo qualche
secondo, tiratevi su rallentando gradualmente il movimento, in modo da non
provocare vertigini né perdita di equilibrio.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore