Buon giorno! oggi è Giovedì 7 Luglio 2022 ore 6 : 31 - Visite 1125740 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «01696»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: SLIMANE ZEGHIDOUR TRADUZ. DEL PROF. RICCARDO DI BARTOLO
TITOLO: UN ISLAM, PIÙ ISLAM
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

(Reporter a «La vie» "Parigi", autore di (La vie quotidienne à La Mecque -
La Vita Quotidiana a La Mecca", (Hachette 1990.)
da «Courrier Unesco»
(traduzione di Riccardo Di Bartolo)

La «nuova coscienza islamica»
Allah è unico ma l'islam è molteplice: Babele linguistica, eterogeneità
etnica, mosaico geografico, caleidoscopio politico, il mondo musulmano
mostraanche una straordinaria diversità dottrinale.
La parola "Islam" deriva dalla radice semitica (slm) e significa, allo
stesso tempo, "pace e prosperità". Questa radice si ritrova, ben prima del
Corano, nel vocabolo di Salem, il dio che darà il suo nome ad Ur-Salem, la
città di Salem: Gerusalemme) derivano anche nomi come Salomon, Salomè,
Salmanassar, il re di Assiria, così come shalom "saluto di "pace" in ebraico
ed aramaico" e "salam", in arabo. Per il musulmano "islam" evoca
l'"abbandono" fiducioso a Dio. La sua etica fondamentale si riassume,
secondo la Sunna, nell'"adorazione di Dio", senza associarvi nulla,
osservare la preghiera canonica, fare l'elemosina obbligatoria, digiunare
durante il mese di Ramadan, offrire da mangiare all'affamato e il saluto di
pace al vicino, come allo sconosciuto".
Oggi, la parola islam definisce, allo stesso tempo, la religione
(l'equivalente di cristianesimo) e la civiltà (l'equivalente di
cristianità). Ma il credente preferisce utilizzare, per definire l'universo
islamico, sia il termine di «umma» la «matria», la comunità dei credenti",
sia l'espressione «dar el-islam» "la casa dell'islam".
Questa dimora dello spirito si estende dall'Indonesia al Marocco e dal
Circolo polare al tropico del Cancro. Essa ingloba 57 stati, dai regimi
politici estremamente differenti, andando dall'emirato medioevale alla
repubblica costituzionale e passando per tutta una serie di altri regimi:
ultra-conservatori, islamo-cristiani, modernisti, laici. Questi stati si
dividono in alleati ed avversari degli Stati Uniti, in ultra-liberali e
socialisti, in ricchi e poveri...
Un credente su dieci è sciita.
C'è di più Un musulmano su tre (fatto poco conosciuto) vive in stati di
altre aree culturali: Cattolica "Francia,, Belgio", protestante "Regno
Unito, Stati Uniti", cristiana ortodossa: "Russia, Macedonia", ebrea:
"Israele", induista "India" buddista "Sri Lanka", confuciana "Cina"... In
totale, i discepoli di Maometto -turchi, curdi, persiani, arabi, malesi,
berberi, slavi, cinesi, africani-sono diffusi su un vasto territorio, dalla
giungla di Giava al deserto sahariano, dalle montagne imalaiane alle steppe
asiatiche.
Le diversità dottrinali.
Come aveva predetto lo stesso Maometto, l'islam si divide, pare, in 73
obbedienze, correnti, parrocchie, confraternite, sette: sunniti, sciiti,
ismailiti, zaiditi, alauiti, ahmadis, bohras, qadianis, drusi...
Un credente su dieci è sciita e la maggioranza sunnita, perciò reputata
"ortodossa", si divide in quattro grandi scuole giuridico-teologiche,
ciascuna delle quali ha potere su di un pezzo del dar el-islam. Di fatto, la
umma è eterogenea quanto la cristianità. Ma essa non ha mai avuto
un'autorità centrale unica. Da ciò deriva la difficoltà, se non
l'impossibilità, di esprimere un consenso su numerosi punti della fede, del
dogma o della politica.
Se l'islam non ha né papa né Vaticano, ammette, invece, diversi poli
intellettuali. Il mondo sciita, confinato essenzialmente in Iran, dispone di
una vera e propria autorità clericale capeggiata da un ayatollah, il "grado"
più elevato della gerarchia religiosa. Quanto al mondo sunnita, non
obbedisce ad alcuna struttura gerarchica. Comunque, l'università teologica
di di El-Azhar, al Cairo, svolge la funzione di referente per gli ulema: i
dottori della legge islamica del mondo intero. Ciònonostante, questa
università resta un'istituzione statale, il cui rettore è nominato dal
presidente egiziano. A Teheran, al Cairo e altrove, la religione resta molto
legata al potere politico, quando non lo contesta.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore