Buon giorno! oggi è Domenica 22 Settembre 2019 ore 10 : 26 - Visite 574928 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «01795»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: SWAMI KRIYANANDA
TITOLO: LA VITA E' UN SOGNO
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

La vita è un sogno

(Passi scelti da un satsang
con Swami Kriyananda ad Ananda Italia)

Nelle nostre vite nulla veramente cambia, nulla accade. Non c'è niente
in questo universo, tutto è fondato sul principio delle vibrazioni.
Quando un ventilatore elettrico o l'elica di un aereo girano
abbastanza velocemente, sembrano solidi. Questa è la spiegazione di
questo mondo: la terra, questo corpo, questa sedia, questo intero
mondo, sono solo vibrazioni. Non c'è tempo, non c'è spazio, non c'è
niente: è tutto illusorio. E anche la nostra mente, quando pensiamo
qualcosa, vibra: è sempre, comunque, una vibrazione. La gente oggi è
molto agitata, è una vita così nervosa, così tesa; e penso che,
soprattutto per questo fatto, il mondo dovrà attraversare un periodo
di prove. C'è qualcosa nella natura dell'uomo che dice: "Tutto questo
non mi piace", ma non sa come cambiarlo. Se sei su un carro che sta
scendendo da un colle sempre più velocemente, all'inizio puoi ancora
saltare giù; ma quando ormai sta andando veloce, come fai a scendere?
Puoi farti ancora più male scendendo! Quindi devi proseguire fino alla
fine della discesa, finché, forse, il colle diventerà pianura. Ma la
vita spesso non va così!

Ci sono cose che il mondo di oggi ha bisogno di imparare per andare
avanti: è necessaria una sorta di esplosione, un crollo economico.
Questo non è male, devi solo imparare a vivere come abbiamo vissuto
noi agli inizi di Ananda. Sul primo terreno che ho comperato per
iniziare la comunità non c'era niente: non c'era acqua, non c'erano
edifici, niente. Ma volgendoci indietro vediamo che quello è stato il
nostro periodo d'oro. Vivere in modo semplice è bello, devi soltanto
adattarti. Qualunque cosa accada può essere un'occasione per imparare
molto. Non ti dispiacere, non soffrire se vedi che devi sacrificare
certe cose, perché non è difficile. Alla fine niente accade comunque,
è tutta un'illusione, un movimento che dà l'impressione di qualcosa di
reale. Ma i tuoi desideri, i tuoi programmi, quello che fai, tutto è
un'illusione.
È Lui che ci sogna

Un buddista zen mi ha detto una volta: "Quando morirò, tutto sparirà,
non rimarrà niente, perché è tutta un'illusione". Ma io ho pensato:
"Non è il nostro sogno! È un sogno, ma non il nostro. Ci sono tante
cose che io non so fare, in cui non sono bravo: per aggiustare una
macchina sono incompetente, non potrei scrivere i pezzi teatrali di
Shakespeare, né progettare l'Empire State Building o tante altre
cose".

Noi facciamo parte di un grande sogno infinito ed è Lui che ci sogna.
Ma ci ha dato il potere di svegliarci da questo sogno, di non dover
rimanere per sempre nell'illusione della realtà di questo mondo.

È molto interessante il punto di vista dei grandi yogi dell'India. La
spiegazione di Yoga secondo Patanjali è "la neutralizzazione dei
vortici dei sentimenti". Molti libri dicono "della coscienza", ma è
quella parte della coscienza che "sente", che prova piacere,
dispiacere, etc. Questo è lo yoga. Quando tu pensi di unire la tua
anima a Dio, pensi di unire una cosa all'altra, ma non è questo ciò
che succede: piuttosto, tu rimuovi gli ostacoli alla visione della
verità e finalmente comprendi "io sono già quello". Per questo nei
Veda, nelle grandi Scritture indiane, è scritto: "Io sono Lui". Tu sei
Lui, tu sei Quello, Aham Saha, io sono Lui.
Vivi più nel tuo centro

Quando uno riesce ad arrivare alla visione del Samadhi, alla visione
di Dio, vede che tutte le vite che ha vissuto, tutte le cose che ha
fatto erano tutte un sogno che è passato così, in mezz'ora, in un
minuto. Futuro, passato, presente, tutto è un'illusione. Ma devi
eliminare le vibrazioni del tuo essere, questi movimenti di agitazione
dei desideri, dell'irrequietezza. Non lasciare che niente ti agiti:
devi rimanere fermo anche quando crollano pianeti e stelle, non
importa!

Se tu sei al tuo centro, niente potrà toccarti. Tutto ciò che cerchi è
già qui, nel tuo corpo, nella tua mente; tutto comincia con te stesso.
Anche nella sofferenza c'è qualche gioia e anche nella gioia c'è
qualche sofferenza. Se una zanzara ti punge ti fa male, ma quando ti
gratti ti fa anche bene, c'è un certo piacere. E così è la vita. Però
noi possiamo scegliere di non reagire alla vita, possiamo non pensare
più: "Che bello! Che brutto!". Molto meglio dire: "Quello che succede,
succede, non importa. E se devo morire, va bene".
Offri tutto a Dio

Ogni sera, prima di andare a letto, metti nelle mani di Dio tutto ciò
che ti appartiene, tutto, le persone, le cose, i compiti, le
responsabilità, tutto! Dì a Dio: "Io vivo soltanto in Te". E vedrai
che in questo modo ogni giorno ti sentirai più libero e a poco a poco,
dopo anni, ti troverai libero da queste cose, non t'importerà più. Le
sfortune della vita non sono tali, passano; neppure le vittorie che
vengono sono vere vittorie. Anche quando perdi tutto, non ti
preoccupare, perché nessuno può toglierti il tuo amore per Dio;
nessuno, se non tu stesso, può toglierti la pace interiore. Questa è
la tua ricchezza; tutto il resto è superficiale e senza importanza.

Quindi, vivi di più in Dio, vivi in questa neutralizzazione dei
vortici dei sentimenti, e pensa sempre che tu vivi nel tuo centro e
che tutto ciò che passa è come una rappresentazione teatrale, non
esiste. E vedrai che puoi avere la pace. Non turbarti, non
addolorarti, togli sempre più dal tuo cuore i desideri e gli
attaccamenti e vedrai che a poco a poco sarai sempre più libero. Nulla
ti deve agitare, perché tu hai già in te stesso tutto ciò che potrai
mai avere.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore