Buon giorno! oggi è Domenica 5 Dicembre 2021 ore 6 : 47 - Visite 1014890 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «01886»

CLASSIFICAZIONE: 5
TIPOLOGIA: AFFINE
AUTORE: HERNÀN HUARACHE MAMANI
TITOLO: COMUNICARE CON LA MADRE TERRA
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Comunicare con la Madre Terra

di Hernàn Huarache Mamani

Quando una volta chiesi ad un contadino del canyon del Colca, nel Sud del Perù, che
cosa bisogna fare per diventare un vero uomo, lui mi
rispose:

"Vivere in armonia con la natura. In campagna molti ancora lo fanno, ma in città
quasi tutti dimenticano il fatto di essere figli della Grande Madre. Pensano che
l’uomo sia il padrone della terra, e questa è la loro maggiore ignoranza, perché
l’uomo è soltanto un filo nel tessuto di tutti gli esseri viventi che la Pachamama
tesse. Siamo tutti fratelli e sorelle. Le piante, le pietre, gli animali e tutto
quanto esiste va rispettato e curato, perché non ci appartiene, è soltanto dato in
prestito come aiuto alla nostra evoluzione spirituale."

Pachamama è il temine quechua, la antica lingua degli Incas ancora parlata dai
popoli andini, che designa la madre Cosmica. E’ composta di due parole: Pacha, che
significa tempo e spazio, e Mama, madre.
Come la donna, Pachamama genera la vita ricevendo il seme di Kamaq, lo spirito
eternamente fecondante, e pertanto tutti gli esseri viventi sono i suoi figli.

I popoli andini considerano Pachamama la madre e la dispensatrice del nutrimento
necessario alla vita: è eterna perché è la madre del tempo e dello spazio, è
cosmica perché è madre di tutti, ed è unica perché la Terra è una nell’immensità
dell’Universo.

Noi che coltiviamo la terra siamo come la levatrice, lavoriamo alla nascita di una
nuova vita, mettendo i semi nella terra, piantando le radici da cui crescerà
un’altra pianta. Siamo come i genitori perché ci prendiamo cura di ogni pianta del
nostro giardino, innaffiandola, potandola, fertilizzandola, affinché diventi bella
e dia i suoi migliori frutti.

La Terra è un immenso giardino, e prendersene cura induce a coltivare se stessi e
il proprio giardino interiore. Ogni seme che piantiamo diventa una qualità che
innestiamo nel nostro essere, ogni erbaccia che estirpiamo è metafora di un vizio
di cui non abbiamo più bisogno per la nostra crescita.

I seminari sulla Pachamama sono finalizzati a far capire alle donne e agli uomini
che essi sono parte della natura e che, per la legge della reciprocità, qualsiasi
cosa accade loro accadrà alla Madre Terra e, viceversa, qualsiasi cosa accade alla
Madre Terra accadrà a loro, prima o poi.

Quando vedo come gli uomini hanno riempito di cemento molti luoghi mi viene
tristezza, perché sono parti della terra in cui lei non respirerà più e in cui non
potranno crescere alberi. Quando vedo le montagne di spazzatura che escono dalle
città le guardo con amarezza perché so che finiranno per sporcare ancora di più la
madre terra. Da bambini i nostri genitori ci dicevano: "non sporcare mai il posto
dove mangi, dormi e vivi." E’ il contrario di ciò che sta accadendo ora.

Molte persone inquinano per ignoranza. Inquinano anche con i loro pensieri e parole
negativi senza rendersene conto. Non capiscono che tutti gli esseri viventi sono
collegati fra loro e con la Madre Terra e che qualunque cosa faccia male all’acqua,
alle piante, alla terra, all’atmosfera finirà per far male anche a noi, i suoi
figli.

Come possiamo uccidere nostra madre, che ci dà la vita?

Il mio compito è insegnare a rispettare e ad amare la Terra, farne capire la
sacralità: essa è la nostra dimora, e il Grande Spirito, che ci ha permesso di
venire a fare esperienze in questo pianeta, ce l’ha affidata magnifica. Dobbiamo
conservarla così oppure renderla ancora più bella. In questo modo potremo
ringraziarlo per il dono della vita e per il fatto di essere ospiti- per un
determinato periodo di tempo- in un meraviglioso pianeta. Impariamo a non
sporcarlo, perché le generazioni future meritano di trovare una terra pulita,
bella, un luogo dove sia possibile sperimentare pace e felicità.

La mia voce è la voce della Pachamama, perché io sono figlio della Terra,
consapevole che lei mi ha dato la vita e che mi permette di stare nella sua casa.
Per questo, ogni giorno con umiltà faccio una
preghiera:

"Madre Cosmica, Madre Sacra, sempre bella, sempre accogliente, Madre che doni la
vita, ti ringrazio per il dono che mi hai fatto fino ad ora, sono pronto a vivere
la vita in questo momento. Fammi vivere nel tuo grembo sereno, libero, fammi capire.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore