Buona sera! oggi è Martedì 7 Dicembre 2021 ore 22 : 34 - Visite 1016194 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00049»

CLASSIFICAZIONE: 5
TIPOLOGIA: AFFINE
AUTORE: GIAMPIERO CARA
TITOLO: T’AI-CHI: RILASSARSI IN MOVIMENTO
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

T’ai-chi: Rilassarsi in movimento
(di Giampiero Cara)
Il T’ai-chi Ch’uan è un’antica arte marziale cinese ispirata ai movimenti degli animali e praticata, sin dal XIV secolo, dai monaci taoisti nei loro monasteri anche come tecnica terapeutica. Anche in Occidente, il T’ai-chi viene considerato una delle più complete, naturali ed efficaci terapie olistiche, basato com’è sul principio secondo cui la malattia è determinata da squilibri nel flusso troppo rapido o troppo lento dell’energia nel corpo. Questi squilibri possono essere corretti praticando serie specifiche di movimenti.
I tre esercizi che vi proponiamo fanno parte di una serie di riscaldamento denominata “Gli otto tesori”, ma possono essere eseguiti separatamente, magari di mattina, per affrontare la giornata con maggiore energia.
1) TENERE IL CIELO CON DUE MANI

Con i piedi paralleli, ad una trentina di centimetri di distanza l’uno dall’altro, espirando abbassatevi piegando le ginocchia e allacciando le dita delle mani in basso davanti a voi. Quindi inspirate alzando le mani come se doveste sollevare una grossa pietra. A livello del petto, girate i palmi delle mani intrecciate verso l’esterno. Continuate a sollevare le braccia, raddrizzando contemporaneamente le gambe e, alla fine dell’inspirazione, vi troverete in punta dei piedi con le braccia tese e i palmi delle mani intrecciate rivolti verso il soffitto. Espirando, liberate le dita e fate scendere lateralmente le braccia tese mentre, al tempo stesso, abbassate i talloni e piegate le ginocchia, fino a ritrovarvi nella posizione iniziale, di nuovo con le dita delle mani intrecciate di fronte a voi. Ripetete l’esercizio otto volte.
2) TIRARE L’ARCO

Dopo l’ultima ripetizione, dal punto di partenza del precedente esercizio fate un passo laterale verso sinistra fino a trovarvi in una posizione simile a quella di chi cavalca un cavallo, con il peso del corpo equamente distribuito tra le due gambe. A questo punto, stendete lateralmente il braccio sinistro, con il palmo della mano rivolto verso l’esterno e l’indice verso l’alto. Con la mano destra, tirate come per tendere la corda di un arco, poi espirate. Inspirando di nuovo, muovete il braccio destro come se doveste estrarre una freccia dalla faretra, quindi sollevate il piede sinistro e avvicinatelo al destro. Lasciate scendere le lateralmente le braccia, poi sollevatele di nuovo lentamente, in modo che si incrocino davanti al petto, fino a ritrovarvi nella posizione iniziale. Ripetete l’esercizio otto volte.
3) SOLLEVAMENTI ALTERNATI DELLE BRACCIA

In piedi con le gambe tese, inspirate sollevando il braccio sinistro teso, con il palmo della mano rivolto verso l’alto e le dita distese puntate verso destra sopra la testa. Contemporaneamente, il braccio destro si estende verso il basso, con il palmo della mano verso il basso e le dita tese puntate in avanti. Espirate e poi, inspirando di nuovo, portate il braccio destro verso l’alto e il sinistro verso il basso. Ripetete l’esercizio otto volte.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore