Buon giorno! oggi è Giovedì 7 Luglio 2022 ore 7 : 42 - Visite 1125784 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00218»

CLASSIFICAZIONE: 4
TIPOLOGIA: CONGENERE
AUTORE: ALBERT ALEXANDER
TITOLO: UNA LIMPIDA SINTESI DEL SUFISMO
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO



di ALBERT ALEXANDER

NON OSSERVARE LA MIA FORMA ESTERIORE, MA PRENDI CIO' CHE E' NELLA MIA MANO.
(JALALUDDIN RUMI )

IL SUFO E' COLUI CHE FA CIO' CHE GLI ALTRI FANNO QUANDO E' NECESSARIO. EGLI
E'
ANCHE COLUI CHE FA CIO' CHE GLI ALTRI NON POSSONO FARE QUANDO E' INDICATO.
(NURI MOJUDI )

ESSERE SUFO SIGNIFICA STACCARSI DALLE IDEE FISSE E DAI PRECONCETTI E NON
TENTARE
DI EVITARE IL PROPRIO DESTINO.
(ABU-SAID FIGLIO DI ABI-KHAIR )



- SUFISMO -

MISTICISMO, O ESOTERISMO DELL'ISLAM. SI CONSIDERA GENERALMENTE CHE QUESTA
PAROLA
DERIVI DALL'ARABO SUF (), "LANA": I PRIMI ASCETI PREFERIVANO VESTIRSI DI SAI
DI
LANA GREZZA, SIMBOLO DI SEMPLICITA', PIUTTOSTO CHE CON STOFFE PIU'
ELABORATE.

IL SUFISMO E' LA SCIENZA DELLA CONOSCENZA DIRETTA DI DIO; ESSO DERIVA LE SUE
DOTTRINE E I SUOI METODI DIRETTAMENTE DAL CORANO E DALLA RIVELAZIONE
ISLAMICA.

L'ESSENZA DEL SUFISMO E' PURAMENTE ISLAMICA : NON SI TRATTA INFATTI DI UN
RAMO
DELLA FILOSOFIA PERSIANA, NE' DEL CRISTIANESIMO, NE' DELLE FILOSOFIE
ANTICHE,
ANCHE SE E' VERO CHE QUESTE SORGENTI, O SCUOLE DI PENSIERO, HANNO GIOCATO UN
RUOLO DI CATALIZZATORE, O DI LIEVITO, OBBLIGANDO I MUSULMANI A SVILUPPARE LE
POTENZIALITA' DELL'ISLAM. QUESTE TRACCE D'INFLUENZE STRANIERE PERMANGONO
COME I
COLPI DEL MARTELLO UTILI A FORGIARE UNA SPADA.

IL FATTO CHE IL SUFISMO PRESENTI DEI PUNTI IN COMUNE CON ALTRE DOTTRINE
ESOTERICHE NON E' DA CONSIDERARSI ACCIDENTALE, DATO CHE DIO E' UNICO E CHE
L'UOMO ASPIRA UNIVERSALMENTE ALLA SUA CONOSCENZA.

DIMENSIONE INTERIORE DELL'ISLAM, CHE DERIVA DA LUI LA SUA FORZA ED ENERGIA,
IL
SUFISMO E' PRESENTE NEL MONDO ISLAMICO TUTTO INTIERO, E LE CARATTERISTICHE
DEL
SUFISMO SONO RIMASTE LE STESSE NEL CORSO DEI SECOLI, DATO CHE I SUFI
UTILIZZAVANO IL LINGUAGGIO DI PLATONE ED ARISTOTELE TALE E QUALE ERA PRIMA
CHE
L'ISLAM INTEGRASSE LA FILOSOFIA ALLA SUA CULTURA.

SI PUO' DIRE CHE NEL SUFISMO, CHE RAPRESENTA L'ESOTERISMO ISLAMICO, TRE SONO
I
CONCETTI BASILARI DA TENERE PRESENTE:

1. LA SHARIIYAH () E' LA BASE ESSOTERICA.

2. LA TARIQUAH () E' LA FASE DI INIZIAZIONE E DEL PERCORSO INIZIATICO.

3. LA HAQIQAH () E' LA VERITA' O CONOSCENZA DA PERSEGUIRE CHE E' IL
RISULTATO
FINALE DELL'INIZIAZIONE (EDIFICARE IL TEMPIO INTERIORE).

AI SUOI ESORDI IL SUFISMO NON FU AFFATTO RECEPITO COME LA DIMENSIONE
INTERIORE
DELL'ISLAM, COME AVVIENE OGGI, DATO CHE VENIVA IDENTIFICATO CON L'ISLAM
MEDESIMO. E' UN FATTO CHE, PER SOTTOLINEARE L'INDEBOLIMENTO DELL'
ASPIRAZIONE
UMANA A DIO, DOPO LA PRIMA FIORITURA DELL'ISLAM, I SUFI AVEVANO DETTO:
"ALL'ORIGINE IL SUFISMO ERA UNA REALTA' SENZA NOME, OGGI E' UN NOME SENZA
REALTA".

AI LORO OCCHI IL GRANDE MAESTRO, L'AUTENTICO VERO, NON E' ALTRO CHE LO
STESSO
PROFETA, CHE INSEGNA LE DOTTRINE ESOTERICHE DELL'ISLAM AI SUOI STESSI
COMPAGNI,
CHE POI LE TRASMISERO A TUTTE LE GENERAZIONI SUCCESSIVE.

I COMPAGNI HANNO INOLTRE TRAMANDATO LA GRAZIA, BENEDIZONE O INFLUENZA
SPIRITUALE
(BARAKAH) (), CHE IL PROFETA AVEVA RICEVUTO DA DIO ALL'INIZIO DELLA SUA
MISSIONE
E CHE IN SEGUITO AVEVA TRASFERITO AI SUOI DISCEPOLI.

LA CATENA DI TRASMISSIONE ATTRAVERSO LA QUALE IL PATTO ORIGINALE DEL PROFETA
E'
TRASFERITO DI SHAYKH IN SHAYKH () VIENE CHIAMATA SILSILAH (), O CATENA
INIZIATICA. TUTTI GLI ORDINI SUFI AUTENTICI S'ARTICOLANO INTORNO AD UNA DI
QUESTE CATENE.

STORICAMENTE I SUFI SONO RIUNITI IN ORGANIZZAZIONI CHIAMATE TURUQ () (VISTA)
,
ESSENDO QUESTA PAROLA PIU' CORRENTEMENTE IMPIEGATA NEL PERIODO PIU' RECENTE,
DOPO L'APPARIZIONE DELL'ORDINE DELLA QADIRIYYAH (). TARIQAH () E' OGGI UN
TERMINE STRUMENTALE PER DESIGNARE L'ESOTERISMO IN SE' STESSO. LE TURUQ SONO
DELLE CONGREGAZIONI FORMATE INTORNO A UN MAESTRO, CHE SI RIUNISCONO IN
SESSIONI
SPIRITUALI CHE HANNO NOMI DIVERSI SECONDO LA LINGUA DEL PAESE.

ALL'INIZIO DELLA STORIA ISLAMICA, TUTTE LE SALASSEL () CHE RISALGONO A ABU
BAKR
() 0 AD ALI' () SONO DI FATTO MISCHIATE; NUMEROSI SUFI DELLE ORIGINI, FECERO
DEI
PATTI CON NUMEROSI COMPAGNI DIRETTI DEL PROFETA, TRA I QUALI ANAS IBN MALIK
(),
SALMAN AL-FARISI () E ALTRI. NEL SECONDO SECOLO DELL'EGIRA, QUESTE CATENE SI
RAMIFICARONO NELLO SPAZIO GRAZIE ALL'ESPANSIONE GEOGRAFICA DELL'ISLAM E IN
SEGUITO I NOMI SI SUCCEDETTERO, QUALI IBN MASHISH ( ) IN MAROCCO O L'IMAM
ASH-SHADHILI () IN EGITTO.

ALI' () E' IL PRIMO GRANDE ANELLO DI QUESTE CATENE; INDIPENDENTEMENTE DAL
SUO
RUOLO NELLO SHIISMO (), TUTTI I SUFI LO CONSIDERANO COME ALL'ORIGINE DELLA
CONOSCENZA ESOTERICA.

L'ESOTERISMO DELL'ISLAM E' LA PERCEZIONE DELL'ESSENZA AL DI LA' DELLE FORME,
VISTA CON L'OCCHIO DEL CUORE. OGNI FEDE AUTENTICA E' IMPREGNATA DEL GUSTO
DEL
SUFISMO.

IL SUFISMO E' UNA PROFESSIONE DI FEDE CHE TENDE A RENDERE PIU' SOTTILE LA
LINEA
CHE SEPARA IL MONDO (LA MANIFESTAZIONE) , DALLA REALTA' (DIO) IN MODO CHE
ALLA
FINE NON VI SIA ALTRO CHE DIO. IL CORANO CHIAMA QUELLI CHE CONOSCONO
L'ESSENZA
DELLE COSE I "POSSESSORI DELLA POLPA"; DAL CANTO LORO I SUFI PARAGONANO LA
CONOSCENZA ESOTERICA A UNA POLPA NASCOSTA DENTRO UN GUSCIO. QUESTA POLPA E'
L'ESSENZA 0 LA VERITA' INTRINSECA CHE SI TROVA AL CENTRO DEL CERCHIO DELLA
CONOSCENZA E, NEL MEDESIMO TEMPO, CONTIENE IL CERCHIO STESSO. LA VISTA
SPIRITUALE DEI SUFI COSTITUISCE IL RAGGIO CHE CONDUCE AL CENTRO DELLA
CIRCONFERENZA.

IL SUFO PERSIANO BAYAZID AL-BISTANI () DICEVA: E' ASSOLUTAMENTE NECESSARIO
ESSERE MUSULMANI PER INCAMMINARSI SULLA VIA DEL SUFISMO, DATO CHE LE
METODICHE
DI QUEST'ULTIMO SONO INOPERANTI SENZA QUESTA AFFILIAZIONE RELIGIOSA E
POSSONO
PERSINO RIVELARSI DISTRUTTIVE PER UNA PERSONA PRIVA DELLA CONSACRAZIONE
NORMATIVA E PROTETTIVA DELLA RELIGIONE ISLAMICA.

L'ESOTERISMO E' QUINDI UNA VOCAZIONE INDIVIDUALE. L'INIZIAZIONE COSTITUISCE
LA
PORTA D'INGRESSO INDISPENSABILE NELL'ESOTERISMO, IN QUANTO TRASMETTE UNA
INFLUENZA SPIRITUALE, UNA GRAZIA () PORTATA DALL'ARCANGELO GABRIELE AL
PROFETA,
ALL'EPOCA DELLA RIVELAZIONE; L'INIZIAZIONE SEMINA UN GRANO NELL'ANIMA, E CON
LA
GUIDA DI UN MAESTRO SPIRITUALE, ATTRAVERSO LA MEDIAZIONE DI NUMEROSE CATENE,
VA
FINO AL PROFETA.

IL SUFISMO RUOTA ESSENZIALMENTE INTORNO A DUE POLI: LA DOTTRINA ED IL
METODO. SI
PUO' RIASSUMERE LA SUA DOTTRINA COME LA SEPARAZIONE INTELLETTUALE TRA IL
REALE
ED IL NON REALE, SEPARAZIONE FONDATA ESSENZIALMENTE SULLA SHAHADAH (): "NON
C'E'
DIO ALL'INFUORI DI DIO ()".

OGNI DISCIPLINA CHE TENDE AL COMPIMENTO SPIRITUALE IMPLICA UGUALMENTE LA
PRATICA
DELLA QUALITA' MORALI, RIASSUNTA NEL CONCETTO DI IHSAN (), LA CAPACITA ' DI
SORPASSARE SE' STESSI, CHE UN HADITH SACRO () COSI' DEFINISCE : "ADORA DIO
COME
SE LO VEDESSI, DATO CHE SE TU NON LO VEDI LUI AL CONTRARIO VEDE TE."
A QUESTO I SUFI AGGIUNGONO: "E SE IL TUO TE NON ESISTESSE, TU LO VEDRESTI" E
FANNO DELLA POVERTA' SPIRITUALE (FAQR) () LA PRINCIPALE VIRTU' MISTICA.

PER FAQR () ESSI DESIGNANO IL FATTO D'ALLEVIARE L'ANIMA DALLA FALSA REALTA'
DELL'EGO, IN MODO DA LASCIARE "VIA LIBERA ALLA VOLONTA' DI DIO". ESSI
CERCANO DI
TRASFORMARE LA PASSIVITA' NATURALE DELL'ANIMA IN CONCENTRAZIONE RITROVATA SU
UN
PRESENTE CHE AGISCE MISTERIOSAMENTE, QUALE LO SIMBOLEGGIA LA TRASFORMAZIONE
DELLA MANO DI MOSE'.

L'UMILTA' E L'AMORE DEL PROSSIMO SRADICANO L'ILLUSIONE NATA DALL'IO,
LIBERANO
L'ANIMA DAGLI ERRORI CHE LE IMPEDISCONO D'ACCEDERE ALLA PRESENZA DI DIO.
"VOI
NON ENTRERETE IN PARADISO " DICEVA IL PROFETA "FINCHE' NON VI AMERETE GLI
UNI
CON GLI ALTRI".

IBN'ATA ALLAH () SCRIVEVA: "DEGLI ATTRIBUTI DELLA TUA NATURA UMANA, RIFIUTA
QUELLI CHE SONO INCOMPATIBILI CON L'UMILTA', IN MODO DA ESSERE RECETTIVO
ALLA
CHIAMATA DI DIO E AD AVVICINARTI ALLA SUA PRESENZA". EGLI SOTTOLINEA INOLTRE
CHE
LA VERA VITA PASSA ATTRAVERSO IL SUPERAMENTO DI SE' STESSI: "LA FONTE DI
OGNI
DISOBBEDIENZA E PASSIONE E' L'AUTOSODDISFAZIONE; LA FONTE DI OGNI OBBEDIENZA
E
VIRTU' E' IL NON SODDISFARE SE STESSI. E' MEGLIO PER TE TENERE COMPAGNIA A
UN
IGNORANTE INSODDISFATTO DI SE STESSO CHE A UN SAPIENTE AUTOSODDISFATTO".
QUALE
CONOSCENZA INFATTI ABITA IN UN SAPIENTE AUTOSODDISFATTO? E QUALE IGNORANZA
ABITA
IN UN IGNORANTE INSODDISFATTO DI SE STESSO?

I SUFI DISTINGUONO TRE FASI DELLA VITA:

1) LA MAKHAFAH () (LA VIA DELLA CRESCITA O DELLA PURIFICAZIONE).

2) LA MAHABBAH () (LA VIA DELL'AMORE O DEL SACRIFICIO E DELLA CONFORMITA').

3) LA MA'RIFAH () (LA VIA DELLA CONOSCENZA) . LA CONOSCENZA RAPPRESENTA QUI
PIU'
CHE UNA SEMPLICE CONOSCENZA MENTALE, MA L'IDENTITA' TRA COLUI CHE CONOSCE E
L'OGGETTO DELLA CONOSCENZA. E' PER QUESTO CHE, AL SUO PIU' ALTO GRADINO

SPIRITUALE, IL SUFO VIENE CHIAMATO "COLUI CHE SA ATTRAVERSO DIO". QUESTO
GRADO
SUPREMO E' SITUATO OLTRE GLI STATI SPIRITUALI TEMPORALI DELL'ANIMA E PERFINO
OLTRE GLI STATI PERMANENTI DI REALIZZAZIONE SPIRITUALE.

MAKHAFAH (), MAHABBAH () E MA'RIFAH () TROVANO I LORO EQUIVALENTI NEI TRE
ELEMENTI DEL VEDANTA: KARMA (AZIONE), BHAKTI (DEVOZIONE) E JNANA
(CONOSCENZA) .
QUESTE TRE VIE CI OFFRONO D'ALTRA PARTE UNA SINTESI DELLE TRE RELIGIONI
SEMITICHE: IL GIUDAISMO E' LA VIA DELLA FEDE E DELLA OBBEDIENZA, IL
CRISTIANESIMO QUELLA DELL'AMORE E DEL SACRIFICIO E L'ISLAM QUELLA DELLA
CONOSCENZA INNANZITUTTO, BENCHE' CIASCUNA CONTENGA DEGLI ELEMENTI CHE SI
RITROVANO NELLE ALTRE.

DIO RIMANE IL SUPREMO TRASCENDENTE; ANCHE SE TUTTO NASCE DALLA SOSTANZA, SE
TUTTO GLI ASSOMIGLIA EGLI NON ASSOMIGLIA A NIENTE SE NON A SE STESSO.

OGNI ESOTERISMO, IVI COMPRESO IL SUFISMO, SARA' TUTTAVIA SEMPRE "SOSPETTO"
AGLI
OCCHI DELL'ESSOTERISMO, DATO CHE LA RAGIONE D'ESSERE DELL'ESOTERISMO E'
PRECISAMENTE LA CONOSCENZA DELLA REALTA' TALE E QUALE. SI TRATTA DI UN MODO
DI
REALIZZAZIONE SPIRITUALE VERSO LA QUALE L'ESSOTERISMO PUO' SOLAMENTE TENDERE
SENZA MAI RAGGIUNGERLA, DATO CHE IMPLICA L'ABOLIZIONE DELLE FORME E CON ESSE
LE
FORMULAZIONI ESSOTERICHE NECESSARIAMENTE DOGMATICHE.

IBN ATA ALLAH (), CITANDO IL CORANO E LA REGINA DI SABA, FACENDO ALLUSIONE A
RE
SALOMONE DICEVA: "E' SICURO CHE QUANDO I RE CONQUISTANO UNA CITTA' LA
DISTRUGGONO". I SUFI AGGIUNGONO: "PER AVERE LA MANDORLA OCCORRE ROMPERE IL
GUSCIO".

IL SUFISMO METAFISICO, COSI' COME L'INSEGNANO I GRANDI MAESTRI, E'
DIFFERENTE
DAL SUFISMO POPOLARE. IN ALCUNI PAESI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI DISCEPOLI
HANNO
FATTO RIFERIMENTO AD UN SOLO MAESTRO; ERANO TROPPO NUMEROSI PER AVERE TUTTI
UNA
VOCAZIONE AD UN CAMMINO SPIRITUALE INTEGRALE. UN CERTO TIPO DI SUFISMO HA
FATTO
LA SUA APPARIZIONE RISPONDENDO A UNA CONCEZIONE POPOLARE DELLA
SPIRITUALITA'.
LA VIA SPIRITUALE SUFICA SI SITUA NEL CUORE DELL'ISLAM. ESSA E' FONDATA
SULLA
DISTINZIONE TRA REALE E NON-REALE: IL SUO METODO CONSISTE NEL CONCENTRARSI
SUL
REALE E IL SUO OBIETTIVO E' DI RAGGIUNGERLO.
BAYAZID AL-BISTANI () DICEVA: "ERO ALLA RICERCA DI DIO DA TRENT'ANNI E
QUANDO
APRII GLI OCCHI ALLA FINE DI QUESTO PERIODO SCOPRII CHE ERA LUI CHE DI FATTO
MI
STAVA CERCANDO".

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore