Buon giorno! oggi è Venerdì 14 Agosto 2020 ore 7 : 11 - Visite 719649 -

BENVENUTI SUL SITO WWW.ECROS.IT
Logo di Ecros.it con scritta a fuoco
divisore giallo animato
TestataYoga-510x151.jpg
MENU NAVIGAZIONE
SPAZIATORE bianco
Lineablu

SEZIONE: « ARCHIVIO ARTICOLI »

Lineablu
SPAZIATORE bianco

SCHEDA ARTICOLO N. «00427»

CLASSIFICAZIONE: 2
TIPOLOGIA: BUDDISMO
AUTORE: GIANCARLO GIOVANNINI
TITOLO: MEDITAZIONE VIPASSANA
SPAZIATORE bianco

TESTO ARTICOLO

Meditazione vipassana

(di Giancarlo Giovannini)

(I principi della meditazione vipassana sono dettagliatamente esposti nei
Dialoghi sul dhamma, di Guido, scaricabili alla pagina web
http://www.guruji.it/dialoghi-dhamma/)



Da un discorso del Buddha, tramandato da maestri a discepoli, è arrivata
fino a noi una tecnica di meditazione che offre un grande contributo allo
sviluppo delle potenzialità cognitive e spirituali dell'essere umano.

Quando nasce la meditazione Vipassana? Un discorso, tenuto dal Buddha 2500
anni fa, circa, a una assemblea di monaci e discepoli, costituisce a
tutt'oggi il punto di riferimento di tutti coloro che fanno della
meditazione di consapevolezza e chiara visione il nodo centrale della loro
pratica spirituale.

Il cotenuto di questo discorso, Satipatthana Sutta fa parte di quel corpo di
insegnamenti che è stato tramandato dal buddismo di tradizione Theravada -
parola degli anziani - uno dei due grandi filoni sui quali si è sviluppato
il buddhismo fino ai giorni nostri.

Questo Sutta o Sutra, se si vuole usare il termine Sanscrito, inizia con
queste parole:

"Questo è il solo modo, o monaci, per la purificazione degli esseri, per
sconfiggere afflizione e pena, per eliminare insoddisfazione e angoscia, per
raggiungere la retta via per ottenere il Nirvana e la liberazione, vale a
dire: I quattro fondamenti della consapevolezza".

Consapevolezza del corpo, delle sensazioni, dei fenomeni mentali e della
coscienza questi, in estrema sintesi, i quattro fondamenti della Vipassana.

Dai tempi del Buddha numerosi maestri hanno arricchito questi insegnamenti
rendendoli continuamente attuali. Il Birmano Mahasi Sayadaw, il Thailandese
Achaan Chah, nei tempi più recenti, hanno dato un enorme contributo in
questo senso, favorendo la diffusione di questa meditazione anche in
Occidente.

L'incontro della meditazione di consapevolezza con la razionalistica
indagine sulla coscienza sviluppatasi in Occidente costituisce una grande
possibilità per conoscere e approfondire quello straordinario complesso di
forze cognitive e spirituali rappresentato dalla mente umana.

La Vipassana, infatti, oltre a una osservazione incessante di ogni fenomeno
che sorge all'attenzione della coscienza, ci invita a superare il limite
dell'indagine intellettuale e ci mostra la via per compiere quel passo "al
di là" del conosciuto, verso la trascendenza, verso l'esperienza diretta
della realtà.

SPAZIATORE bianco

Manina indica Giù Spaziatore Manina indica Giù
Spaziatore